L'ITALIA CHIAMÒ RADIO SHOW

Il programma radiofonico in Italiano andato in onda ogni giovedì da Boston, MA – U.S.A., nella prima edizione da dicembre 2013 a maggio 2014


Leave a comment

Puntata 25: tra un assolo e una piadina finiamo tutti….in intimo!

Numeri importanti a L’Italia Chiamò radioshow! Con la puntata 25 (← che potete riascoltare a questo link) festeggiamo le nozze d’argento del programma.

Per l’occasione Jean Paul Lavateur sfodera la sua vena migliore, anche se, come sempre, il risultato è sempre lo stesso…

Pulcinella non sta nella pelle, Balanzone ci dà di schiaffoni, il professor Zipipi dice di fare la scoperta del secolo, il maestro Skapp in Chin continua imperterrito a farsi gli affari suoi sulle vette del Tibet, mentre -nihil novi sub sole – Maurizio Sordo si perde nei meandri d’Italia, questa volta per parlarci dello stato della mafia.

Ma la puntata 25 ci regala davvero delle belle con gli ospiti. Signore e signori, è venuta a trovarci questa settimana la Maestra con la emme maiuscola, la cantante jazz Cinzia Spata, che ci regala, strafregandosene a ragione, delle critiche isteriche del professor Brambilla dei Pignoli, una versione raffinatissima di “My favorite things”.

Nel parterre dei vip diamo il benvenuto a Massimo Marsiglioni e (collegato da Milano) Luigi Lasalvia, che con la loro Piadina Café hanno esportato (loro davvero, alla faccia di una vecchia canzone di Samuele Bersani) la piadina romagnola negli States. Guanto di sfida lanciato alla pizza, dunque, e i risultati, già ce lo immaginiamo, faranno brillare gli occhi di gioia agli expat italiani, sempre a caccia di prelibatezze che ricordino il Belpaese.

Con noi anche la bella e simpatica Christina Di Pierro, americana, ma di famiglia d’origine italiana, che dopo aver trascorso otto anni in quel di Firenze, ha deciso di tornare in Usa portando con sè non solo un elegante accento toscano, ma anche l’idea di creare Adea, una linea di intimo tutta italiana….anche in questo caso portando alta la bandiera del made in Italy e offrendo una scelta di qualità che all’estero tutti ci invidiano.

Buon ascolto allora e…..non perdetevi la prossima puntata, l’ultima, ahimè, per questa prima, frizzantissima stagione!

italiachiamoradioshowINTIMOe MUSICA

 

Advertisements


Leave a comment

Puntata 24: il sogno americano a ritmo di Promessi Sposi (in 10 minuti)

Che dire della puntata numero 24 (← che potete riascoltare a questo link)?

Scoppiettante, energetica, matematica! Ma soprattutto una puntata dedicata al sogno americano. E a raccontarci del loro sogno divenuto realtà Oltreoceano sono stati ospiti da capogiro!

E non parliamo dei nostri consueti compagni di viaggio come il professor Zipipi, lo chef Lavateur, l’inviato Maurizio Sordo, il maestro Ciro Skapp in Chin o l’intrepido Pulcinella.

L’Italia Chiamò ha avuto il piacere di ospitare una personalità del calibro della proffessoressa Gigliola Staffilani, che ci ha raccontato la sua storia (non senza peripezie) che da Villarosa di Martinsicuro, in provincia di Teramo, l’ha portata ad insegnare niente meno che all’MIT, una delle più importanti università al mondo.

E ancora nei nostri studi è venuto a trovarci Paolo Volpati: da bancario annoiato con l’hobby della cucina (sughi per pasta in particolare) a presidente della Sauces ‘n Love , azienda di Lynn, MA, che esporta condimenti in tutto il mondo, talmente apprezzati da conquistare perfino il palato di Oprah Winfrey che ha messo le sue salse nella top ten dei suoi prodotti irrinunciabili.

La ciliegina sulla torta questa settimana l’ha messa – signore signor, reggetevi forte! – addirittura il Manzoni! Non Alessandro in persona, sia chiaro, ma colui che, assieme ai propri compagni di viaggio, ha rispolverato un classico della letteratura italiana rendendolo in pochissimi mesi un vero e proprio cult su Youtube. Ospite dell’Italia Chiamò è Davide Calabrese, uno dei cinque membri degli Oblivion, che hanno festeggiato da poco i 3 milioni di visualizzazioni dei loro Promessi Sposi in 10 minuti. Esibitesi la scorsa estate in California, ora gli Oblivion ci raccontano del primo raduno nazionale dei fan di Renzo e Lucia.

Vi lasciamo proprio con questa chicca tutta da gustare e noi ci sentiamo giovedì prossimo, puntuali alle 2pm bostoniane, 20 italiane!


Leave a comment

21esima puntata con Ricky Russo e Fabrizio Di Rienzo

La 21esima puntata che a partire da oggi potete ascoltare sulle tracce audio del nostro MixCloud de L’Italia Chiamò, ← (qui nel link a sinistra) ingrana la quarta per una bella puntata di chiacchiere e gag.

Fabrizio Di Rienzo di Officina 189  ci ha parlato del suo concept store e delle sue storie, interrotte da personaggi italiani all’estero nella versione più stramba come al solito.

Ricky Russo ci ha invece raccontato dei luoghi della musica a New York ← E siamo sicuri che con Ricky ci faremo sentire spesso, visto che ci ha dato delle dritte e conferme anche sulle cose da fare low cost a New York (nel link l’articolo dell’Huffington Post, molto utile).

Ma di recente abbiamo anche scoperto come Boston sia al secondo posto tra le città più divertenti negli Stati Uniti, e dal link qui a sinistra potete capirne i criteri della classifica.

Noi che il divertimento lo vendiamo ed è il nostro pane, non potevamo non ospitare anche Umberto Tatafiore della Gallo Productions, il quale ci riserva in questa puntata, oltre che l’annuncio di una bella novità per il nostro programma radio (presto anche in TV), una chicca in forma di lettera da lui stesso ricevuta: l’argomento che a un napoletano come lui lo spinge a toccarsi è il marketing delle case funerarie, che qui sotto postiamo avendo ben cancellato per privacy tutti i dati riservati.

Marketing Funerario in America

Fate gli scongiuri… perché servono anche a noi, ora che voleremo anche verso lidi televisivi. E non diciamo altro: il nostro Pulcinella direbbe “facimm e’ ccorna!”


Leave a comment

20esima puntata con gli ospiti istituzionali…

puntata 20

Pronti, maschere e…VIA!

La puntata 20 che potete ascoltare qui ← dal nostro canale YouTube ha come ospite il Console Generale d’Italia a Boston, Giuseppe Pastorelli, e un collegamento registrato con un altro ospite “istituzionale” ma che trattasi invece di un grande blogger al servizio degli italiani all’estero, non solo dei cervelli in fuga ma anche dei talenti italiani che hanno scelto di vivere una vita a modo loro altrove, (nel primo link trovate le storie di espatriati sul Fatto Quotidiano, e nel secondo link quelle su Vanity Fair) –

Aldo Mencaragliae il suo nome è Aldo Mencaraglia di ItaliansinFuga,il suo servizio pubblico verso gli italiani espatriati rimane sempre molto utile – ECCO DOVE ASCOLTARE LA CLIP AUDIO DI ALDO DI ITALIANSINFUGA direttamente da Melbourne, Australia

I personaggi nel pieno dei loro travestimenti hanno incontrato finalmente un primo pubblico dal vivo, tra cui Marisa Iocco, Adolfo Gatti blogger su Huffington Post Italia ← (leggete qui nel link a sinistra i suoi interessantissimi articoli) e tra gli altri Ornella Iuorio, danzatrice. Le notizie meazzine della giornalista Elisa Meazzini farciscono il tema della puntata speciale numero 20.

 

PERSONAGGIitaliachiamo'


Leave a comment

18ma puntata….e finisce tutto a lazzi e mozzarella!

Lazzi, funky e mozzarella gli ingredienti della 18esima puntata ← che potete riascoltare a questo link. Ritorna, ospite graditissima, l’attrice Chiara Durazzini che assieme a Emanuele Capoano (che per l’occasione resta in bilico tra il ruolo di intervistatore e intervistato) ci racconta gli ultimi successi dei Pazzi Lazzi e della loro Commedia dell’Arte.

10153719_10203678915119795_1760058329_n
Un’occasione ghiotta per Pulcinella e Balanzone che si buttano a capofitto con le logo gags, facendosi spazio tra la predica di Father Richie, il Poeta Incompreso che riemerge dalla buca del suggeritore, Maurizio Sordo alle calcagna della Reggina (che di nome non fa Elisabetta) il maestro Skapp in Chin e l’esimio professor Zipipi, che anche stavolta ci sorprende con un esperimento di grandissima levatura.10155498_10203678969681159_2136945379_n

Questa settimana festeggiamo assieme il nuovo supercliccatissimo e viralissimo videoclip Holdin’ on di Alissia Benveniste, che potete guardare qui sotto, la quale non si sottrae nemmeno stavolta alle critiche di Ludvik Amadeus Brambilla dei Pignoli. Fioccano le notizie con Elisa Meazzini e Nicola Orichuia del Bostoniano. Ma è l’angolo culinario il grande protagonista della 18esima puntata. Sono bastate una mozzarella, una provola al tartufo e una ricottina a far andare in brodo di giuggiole lo studio! L’applauso è tutto per Luca Mignogna, venutoci a trovare dalla sua Wolf Meadow Farm per raccontarci delle sue produzioni casearie prodotte rigorisamente in una prospettiva slow food.

Luca Mignogna di Wolf Meadow Farm a L'Italia Chiamo' Radio Show

Un’occasione più che ghiotta per il nostro cuoco Jean Paul Lavateur che s’ispira proprio alla mozzarella per la sua ricetta, purtroppo, come sempre con scarsi risultati. A riportare ordine in cucina è per fortuna Marisa Iocco con il suo Cheffismo.

Per chi si volesse gustare le nostre pillole, eccovele, fresche di giornata!

Ridiamocela con Chiara Durazzini dei Pazzi Lazzi

Alberto Tossico consiglia la medicina dei Pazzi Lazzi

La parola a Pulcinella e Balanzone

Maurizio Sordo sulle tracce della Reg(g)ina

Father Richie ricorda i suoi undici comandamenti

Alissia Benveniste e il critico Brambilla dei Pignoli

Lo chef della Fuga dei Fornelli offre la ricetta per valorizzare la mozzarella

Le traduzioni del maestro italo-tibetano Skapp Hin Cin

Il Poeta incompreso Eleuterio Maria Siniscalco e la sua corrente letteraria dei dimenticati

Lo scienziato Zipipi e il suo esperimento con la torta

E ultimo ma non il meno importante, il mix di Luca Mignogna il “Mozzarella maker” di Wolf Meadow Farm da Amesbury,MA.

 


Leave a comment

La 17esima puntata…e il pubblico cresce!

Nonostante il numero (che è sempre meglio non citare davanti a un pubblico italiano) la 17esima puntata ← che potete riascoltare a questo link – ha fatto il pieno di ascolti e raccolto nuovi followers del nostro blog e della nostra pagina facebook.

Sarà stata la visita di Barak Obama in Italia a sucitare tanto interesse? FORSE!

O sarà stata l’attesa per il nuovo esperimento del professor Zipipi a rubare la scena al presidente americano? FORSE!

Noi siamo sicuri che una buona fetta di ascoltatori ce l’ha portata Sissi Castrogiovanni, tornata a trovarci con la sua splendida voce (checchè ne dica il critico Ludvik Amadeus Brambilla dei Pignoli) e la musica di Gegè Telesforo.

La blogger Costanza Mondini ci racconta la sua Houston a misura di bambino, dando utili informazioni ad altre mamme expat attraverso il suo blog baby @ the city.

A metterci del loro anche Pulcinella, Balanzone, il Poeta Incompreso e naturalmente il cuoco Jean Paul Lavateur con le sue creazioni a prova di palati d’amianto.

E se i nostri giornalisti Elisa Meazzini e Nicola Orichuia cercano imperterriti di dare le notizie della settimana, ecco la concorrenza degli inviati Maurizio Sordo, direttamente da Città del Capo e del Maestro Ciro Skapp Hin Chin, che snocciola le sue massime con proverbiale calma tibetana.

Per chi si volesse godere le nostre chicche in pillole, eccole qua:

L’ascoltatore distratto

– Pulcinella, Balazone e la Commedia dell’Arte

L’inviato Sordo a Città del Capo

– Il critico Brambilla dei Pignoli con Sissi Castrogiovanni

– L’angolo filosofico del maestro Ciro SkappHinCin

– Nuove ricette dalla Fuga dei Fornelli

– Il poeta incompreso Eleuterio Siniscalco

-L’esperimento del professor Zipipi

Sissi Castrogiovanni

 


Leave a comment

14esima puntata con Cettina Donato e Alissia Benveniste

La 14esima puntata ← ascoltabile sempre qui nel link a sinistra, dall’archivio del nostro canale YouTube, inizia con un bell’applauso: le claques che le musiciste Alissia Benveniste e Cettina Donato si sono portati dietro.

Torna l’inchiesta del Commissario calabro Giangurgolo che indagherà sulla loro carriera, un Balanzone reticente, un cuoco pasticcione, un critico musicale Ludvik Brambilla dei Pignoli che sputa sentenze sui musicisti un po’ a supercazzola, un poeta incompreso; tornano le notizie curiose di Elisa Meazzini e le semplici ricette dello cheffismo di Marisa Iocco.

La brava blogger Giulietta Cerruti dal blog I Cerruti in India (in realtà in India non ci vive da un bel po’) ci ha spiegato come vive a Los Alto, vicino Palo Alto, in California con il multilinguismo delle figlie

Qui in una posa, accasciati Emanuele, Stefano e l’ascoltatore innominato. Dietro, dalla sinistra Cettina Donato, Elisa Meazzini e Alissia Benveniste.

i pazzi de L'ITALIA CHIAMO' RADIO SHOW